01 giu 2009

La Palestina, Roma, il mondo intero. "Aktivamente" per essere partecipi della crescita Palestinese



Si è proposta al pubblico, ieri sera, la splendida iniziativa organizzata dall’ Ass. Aktivamente e che porta il nome di “Cartelle scolastiche per i bambini di Gaza”, lo ha fatto nella splendida cornice del Circolo degli Artisti di Roma portando, gratuitamente, in mostra artisti giovani delle più disparate arti.


Si è passati dall’ebrezza arrecata dagli scatti del meraviglioso Luca Tommasini che con le gigantografie dei suoi scatti, rigorosamente in frac (bianco e nero), ci ha fatto vivere dei momenti quotidiani della vita dei pescatori, bambini compresi, i suoi scatti parlano direttamente al cuore e ti lasciano quasi senza fiato nell’ammirarne la bellezza e al tempo stesso la semplicità; giochi di luci e scenari sono di sicuro il loro forte; altrettanto al cuore parlano gli scatti “rubati” alle giornate palestinesi dell’altrettanto brava e ancor più giovane Ada Lombardi che in un tripudio di colori ci ha fatto vivere la vita di tutti i giorni in quel di Gaza e non solo facendoci quasi toccare con mano le similitudini tra gli uomini di tutto il mondo e facendo così risaltare, a occhi ben attenti, quanto possa essere stupido ridurre il pianeta in un separatismo pre-organizzato di nazioni e continenti che tendono sempre più, anziché far svanire questo peccato, a distinguersi come razze diverse, quasi come fossero dei branchi.

Un altro bellissimo momento è stato quello dedicato al fumetto live.

L’artista Samir Harb di Ramallah ci ha concesso invece dei veri e propri momenti di creazione live.

Un piccolo banchetto, a strettissimo contatto con il pubblico, una video proiezione su maxischermo all’interno della sala, ci ha trasportati nel fascino immenso della costruzione dei fumetti, dal foglio bianco sino alla pagina fumettistica completa; un lavoro il suo, fatto con estrema professionalità e un’ incredibile modestia e senso di fratellanza che si è profuso tutta intorno a coloro i quali hanno potuto con lui avere dialoghi aperti durante tutta la serata e momenti di scambio anche solo nel contempo dell’esibizione.

I suoi fumetti, ovviamente anch’essi in mostra ci hanno fatto tornare un po’ bambini ma con il beneficio della ragione dei grandi, pubblico quest’ultimo, a cui sicuramente gli stessi sono rivolti, portando con sé tutto il vissuto da palestinese ma al contempo da cittadino del pianeta.

Ringraziamo quindi l’organizzazione di Aktivamente e quella del Circolo degli Artisti che hanno collaborato egregiamente e a scopo benefico per portare a termine una serata cotanto importante nella quale si sono svolti anche svariate altre cose tra i quali: momenti di workshop di cucina, esibizioni di danze palestinesi, giocoleria, e persino un dibattito su Gerusalemme e i problemi di identità, discriminazione e occupazione, il concerto live dei Checkpoint 303, una piccola sfilata di moda palestinese e i momenti di poesie musicate che ci hanno fatto sognare come ben poche volte si riesce a fare.

Auspicando che aumentino sempre più le serate a favore di queste iniziative così importanti e che le stesse possano godere dello medesimo numeroso pubblico ringrazio nuovamente le due Associazioni per il lavoro egregiamente svolto.

Carlo Lo Monaco

Roma 01-06-‘09

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.